Archivio per febbraio 2009

Spencer Tunick e i corpi panorama!   Leave a comment

 

Nuova arte:  l’artista che fotografa i corpi nudi!

 

Nella foto Spencer Tunick prepara le migliaia di modelle e modelli che poseranno senza vestiti

 Non è pornografico, non è volgare. E’ una nuova, eccentica forma d’arte che coinvolge curiosi e simpatizzanti (individui comuni) per ricreare nuove forme con i corpi nudi. L’artista che ha realizzato questa particolare installazione è  Spencer Tunick, newyorkese, che dal 1988 ad oggi ha fotografato migliaia di corpi nudi ritratti in diverse situazioni metropolitane: Nel 1994 il fotografo fu arrestato nel Centro Rockfeller di Manhattan (New York), poiché in compagnia di una modella completamente nuda gironzolava tra gli interstizi della nota località. Dopo aver realizzato alcune foto in altri paesi degli Stati Uniti, nell’ambito di un progetto che prese il nome di ‘Nakad States’ (stati nudi) ha operato a Londra, Lione, Melbourne, Montreal, Caracas, Santiago, San Paolo, Buenos Aires, Sydney, Newcastle, Roma e Vienna. Nel giugno del 2003 ben 7.000 persone hanno posato per lui a Barcellona. Nel maggio del 2007, a Città del Messico, ha battuto il suo record personale fotografando oltre 18.000 persone nello Zocalo della città.  L’arte così si avvicina alla sua dimensione più moderna: quella che la amalgama alla sua realtà più vera fatta di carne e palazzi, natura e umanità, traffico e nudità, metropoli e semplicità. Un’unione che ha il gusto dell’ossimoro, che è provocatoria ma viva e che ha visto partecipare – consensienti – parecchie persone che si sono lasciate fotografare: folti gruppi di persone nude in contesti urbani o paesaggistici insoliti, non solo negli Stati Uniti, ma anche in tutto il mondo hanno accettato di finire nell’obbiettivo feticista di Tunick. Le sue non sono semplici fotografie in posa, ma complesse installazioni con le quali vuole celebrare la bellezza artistica della pura nudità, al di là della taglia o del colore della pelle, dell’età, dell’appartenenza politica, religiosa e sociale.

 

 

  

 

 

Annunci

Pubblicato 19 febbraio 2009 da fabiobarbera in Senza categoria

contro la xenofobia, l’ironia dei napoletani   Leave a comment

 
Immigrati, per favore,
non lasciateci soli con gli italiani!
 

 

L’Italia verso una svolta xenofoba: cpt, medici che devono denunciare gli irregolari che si presentano per farsi curare e vecchine razziste sui bus. L’ironia di un cartello fatto da cittadini più umani dà una risposta a chi dice "se ne vadano a casa loro".

Pubblicato 12 febbraio 2009 da fabiobarbera in Senza categoria

Sgarbi rifiuta la citadinanza onoraria per paura di contestazioni   Leave a comment

 
Sgarbi rifiuta la cittadinanza onoraria di Agrigento,
motivo: una contestazione organizzata su facebook!
 
 
Ricevo dagli amici de Il Grillo di Palermo (

www.ilgrillodipalermo.it) e vi giro ennesima segnalazione su Sgarbi: "Non intendo prestarmi né al ruolo di vittima né a quello di eroe, esponendomi al rischio di agguati o di insensate contestazioni". Così esordisce il Sindaco di Salemi Vittorio Sgarbi, palesando le sue intezioni riguardo la cerimonia prevista per il suo presunto merito a diventare cittadino di Agrigento. Parla di minacce e intimidazioni, di inquietanti informative e comunicati delle forze dell’ordine su insensate contestazioni, su un presunto agguato, addirittura un’imboscata, aggressioni fanatiche e strumentali; e ancora di fanatici provocatori, di premeditate azioni di disturbo per tranne documentazioni audiovisive pretestuose. Questo potrebbe sembrare delirio, ma non lo è; in realtà è il canovaccio della solita commedia che ormai conosciamo troppo bene. Di chi sta parlando? Cosa è successo? Su quali basi si sono potute produrre queste informative, questi comunicati? Come sono riusciti a sgominare questo "pericolosissimo" agguato? La verità è che hanno paura. Il "pericolo" proviene da un gruppo di contestatori nato su facebook che sulla scia di Giuseppe Gatì – il ragazzo recentemente scomparso che contestò Sgarbi difendendo il pool antimafia – voleva contestare l’insana decisione di offrire la cittadinanza onoraria presso la città di Agrigento a Sgarbi. Per loro il pericoloso agguato è l’informazione, perché è questo quello che si sarebbe fatto andando ad Agrigento. I ragazzi che si stavano organizzando tramite facebook avrebbero informato i cittadini della bellissima Agrigento su chi fosse realmente Sgarbi, avrebbero fatto risalire – con l’informazione – un rigurgito di orgoglio a quegli agrigentini onesti, che non vogliono più nascondersi dietro un opaco e rassegnato "tanto a me non cambia niente".

Pubblicato 11 febbraio 2009 da fabiobarbera in Senza categoria

Dopo facebook arriva Petbook   Leave a comment

 

 

Dopo facebook arriva Petbook:

il social network per animali

 

 

Il successo di facebook sta facendo partire nuovi, bizzarri social network. L’idea è, naturalmente, tutta italiana: si chiama petbook (www.petbook.it) ed è il primo social network dedicato agli animali domestici: gli amici a quattro zampe o, comunque, forniti di coda, artigli, becchi, vibrisse o altro. Che sia un pesce, un gatto, un cavallo, un cane, un’iguana, un pappagallo o chissà che altro, il portale ironico e sicuramente curioso permette di iscrivere il proprio animale di qualunque specie esso sia, condividere sue informazioni con altri utenti, inserire foto, commenti, curiosità e storie di vita vissuta e di animalesca quotidianeità.  Petbook mira così a diventare un punto di riferimento per tutti i possessori di animali domestici, perché oltre a condividere momenti scansonati mostrandosi come qualsiasi social network con bacheche, schede, forum e gallerie, il sito offre anche altre varie sezioni dedicati alla cura, all’alimentazione, a possibili problemi e relative soluzioni. Immancabili anche le sezioni mondane dove trovare tutti gli appuntamenti, le mostre e le gare dedicate agli animali divisi per regioni e località. Ma le sorprese e le utility non finiscono qui: “Da questa mattina abbiamo introdotto altri due servizi utilissimi – ci dice Alberto Bianchi Crema, responsabile dei contenuti del portale –  la possibilità di segnalare nella scheda dell’animale inserito se è in cerca di adozione oppure se si è smarrito, in modo tale da poter facilmente individuare attraverso il motore di ricerca di Petbook chi è in cerca di casa oppure chi si è perso, ed accedere a tutte le informazioni di dettaglio. Pensiamo che queste nuove futures offriranno specialmente ai canili un mezzo per far trovare casa a chi non ce l’ha o far ritornare a casa chi si è perduto”.

Pubblicato 6 febbraio 2009 da fabiobarbera in Senza categoria

bloccata la via a Peppino Impastato perché in prefettura non lo conoscono   Leave a comment

 

Bloccata a Marsala la via intitolata a Peppino Impastato,

motivo: "non abbiamo il suo curriculum!"

 

 

Quella che è accaduta a Marsala, terra di straordinaria e gustosa sicilianità, è una vicenda che ha dell’incredibile. L’amministrzione comunale decise tempo fa – a fronte della richiesta di un componente del consiglio comunale della sinistra, la cui proposta fu approvata all’unanimità dal consiglio – di intitolare una piazza o una via al giovane giornalista Peppino Impastato, che dai microfoni di Radio Aut di Cinisi irrise i poteri occulti gridando anche che "La mafia è una montagna di merda" e che, per questo, fu ucciso proprio dalla mafia il 9 maggio del 1978. Fin qui l’iter è andato a buon fine ma si è bloccato a gennaio perché la prefettura di Trapani non conosce Peppino Impastato! Proprio così: dopo l’arrivo della documentazione, la prefettura ha bloccato il procedimento e ha chiesto il curriculum di Peppino Impastato. “Siamo senza parole – ha dichiarato il componente della commissione toponomastica del comune, Michele Santoro, al sito peppinoimpastato.com – forse il prefetto di Trapani dovrebbe dire qualcosa in merito a questa incredibile, incresciosa e offensiva richiesta arrivata via fax. Come si fa a non conoscere – continua – un personaggio la cui tragedia è nota a tutti, anche grazie al film “I cento passi”. In Italia la memoria è corta e la burocrazia incredibilmente farraginosa”.

Pubblicato 6 febbraio 2009 da fabiobarbera in Senza categoria

sprechi a Catania: 530 mila euro per la festa della santa!   Leave a comment

 

Festa di S.Agata… nella CATANIA DISASTRATA,

il Comune ha stanziato 530 mila euro per la festa

 

 

NON E’ UN FOTOMONTAGGIO..
SCAPAGNINI, il sindaco del disastro, e il suo Padrone…

Ricevo da Orazio Vasta – giornalista del Giornale di Sicilia e corrispondente di Catania – e vi giro una notizia particolarmente curiosa.

 

Come si fa a far finta di nulla? L’amministrazione comunale di Catania ha stanziato per i festeggiamenti in corso di Sant’Agata ben 530 mila euro! O hanno vinto il superEnalotto o sono in vena di sprechi! Il sindaco parla di "atto dovuto" a Sant’Agata! L’opposizione non c’è. La chiesa tace…e acconsente. Eppure giorno per giorno, davanti al Municipio di Catania, centinaia di padri di famiglia, dipendenti delle cooperative che lavorano per il comune, protestano perché da mesi non ricevono lo stipendio! I senzatetto hanno occupato di recente la stessa cattedrale di San’Agata e in queste ore hanno occupato dei palazzoni sfitti, siti nei ghetti periferici di Catania.

 

L’arcivescovado è a conoscenza della grande povertà che attanaglia la città, però, come se tutto ciò accade sulla luna, Catania sta bruciando, in soli tre giorni di festeggiamenti agatini, tantissime risorse finanziarie che potevano benissimo essere utilizzate per il bene sociale. Anzi no: è un "atto dovuto" verso Sant’Agata!

 

 

REPORT

 

Del caso Catania e la festa della madonna degli sprechi ne parla anche

Report nella puntata di domenica 15 marzo!

Su www.report.rai.it c’è già una breve anticipazione del servizio!

Mentre sul link http://www.rai.tv/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-6b76e15d-a80b-465e-9531-131a194e030b.html

c’è l’intero video della puntata!

 

Pubblicato 5 febbraio 2009 da fabiobarbera in Senza categoria