Archivio per novembre 2006

“Il vino buono sta nella botte piccola. Ma non nel tappo”.   8 comments

“Il vino buono sta nella botte piccola. Ma non nel tappo”. Con queste parole esordisce Fabio nella sua scheda (breve storia di un pezzo di merda) e si presenta. Pare che la satira e la controinformazione siano nei primi pensieri di questo proporzionatissimo ragazzotto.

 

Breve storia di un pezzo di merda

 

Fabio Barbera (vero nome Fabio Barbera) nasce a Salemi 23 anni fa. Comincia a parlare molto presto (erano appena le 5 del mattino) e la prima frase che pronuncia è “E’ una vergogna”. all’età di 6 anni, credendosi un genio, decide di entrare nella lampada di casa ma non riuscendoci cambia idea, il suo lavoro per il futuro sarà ginecologo per le vallette. All’età di 7 anni i genitori gli danno una cattiva notizia: non è stato adottato come gli avevano fatto credere e sono loro i veri genitori. Lui per ripicca distrugge il modellino d’ospedale fatto di lego e si rivolge ad un avvocato che gli fa perdere la causa e lo costringe a pagare gli alimenti ai genitori.

 

E proprio per questa spesa improvvisa che è costretto a sostenere all’età di 16 anni si dà al giornalismo. A 18 (e per ben 6 anni), oltre che collaborare per le testate giornalistiche di radio, tv, periodici e giornali scrive una rivista di resistenza satirica denominata Gran Motel con la quale, oltre a fare ironia sull’attualità e su un paese allo sbando: C/Mare del Golfo (ora commissariato per mafia), riesce a fare scoop a raffica e controinformazione terremoto che gli hanno favorito tante denunce (e qualche nemico), nonché interviste al vetriolo ad un centinaio di personaggi noti provenienti dal mondo dello spettacolo, dello sport, della politica, della musica, della tv, del giornalismo e della radio… su tutti quelli che ricorda con più piacere sono i suoi beniamini Antonio Ricci, Beppe Grillo, Sabina Guzzanti.

 

Esaurita la sua vena cartacea si rivolge alla radio dove fa la spalla ad un comico Antonio Pandolfo e firma la trasmissione Pandolfo a Colazione (per info www.radioalcamocentrale.it) e altre trasmissioni simpatiche come Radio Village in diretta d’estate da un lido e Attendere Prego. Contemporaneamente collabora con la redazione di Palermo di Striscia la Notizia e si innamora di Carolina, il bassotto di Stefania Petyx (l’inviata del tg satirico di canale 5). Un amore tutt’ora non corrisposto.

Pubblicato 13 novembre 2006 da fabiobarbera in Senza categoria