Archivio per gennaio 2008

intimidazioni e mafia   3 comments

Pestato Pino Maniaci di Telejato

Intimidazione mafiosa ma l’emittente non si ferma!

 

  

Il direttore e volto di Telejato Pino Maniaci è stato brutalmente aggredito e picchiato con calci e pugni. L’aggressione nei confronti di Maniaci, che da anni lotta contro i poteri forti, distorti e delinquenziali e informa i telespettatori  attraverso l’emittente di controinformazione e denuncia partinicese, è stata perpetrata da due giovani, tra i quali uno dei figli del boss Vito Vitale che, proprio in queste ore, è stato sottoposto ad interrogatorio da parte delle forze dell’ordine. Il boss Vitale, padre del sedicenne che ha messo in atto il pestaggio, si trova agli arresti sotto regime di 41 bis dopo che una sentenza definitiva lo ha indicato come boss mafioso. L’emittente Telejato ha sempre dato informazioni e notizie in merito attraverso numerosi servizi, gli ultimi riguardanti l’abbattimento delle stalle abusive di contrada Valguarnera di proprietà della famiglia Vitale. Da qui probabilmente l’origine dell’insano gesto messo in atto dai due giovani. Pino Maniaci ha dovuto ricorrere alle cure ospedaliere per i numerosi colpi subiti. La prognosi dell’ospedale è stata di otto giorni ma non per questo il noto giornalista si è sottratto al suo quotidiano, seguitissimo telegiornale. Ieri, infatti, Pino è andato comunque in onda, raccontando l’accaduto, con numerose ecchimosi, lividi e una vistosa contusione all’occhio. I due aggressori adesso sono indagati dalla Procura della Repubblica del tribunale dei Minori di Palermo per ingiurie, minacce e lesioni aggravate ma, mentre Vitale è stato trattenuto, le forze dell’ordine sono ancora alla ricerca dell’altro ragazzo. Su ricostruzione dello stesso Pino Maniaci, tra l’altro, il giovane Vitale ha anche tentato di strangolare il giornalista usando la sua stessa cravatta. Fatti inquietanti che non dovrebbero accadere ma che, tristemente, accadono e che hanno una forte aggravante: i presenti che hanno assistito all’insana aggressione, avvenuta in piena via Di Benedetto a Partinico (strada trafficatissima), non hanno mosso un dito, né tantomeno chiamato i soccorsi. Nessuno dei presenti è corso in aiuto del giornalista. Per contro in migliaia hanno aderito all’ondata di messaggi, fax, e-mail e telefonate di solidarietà e l’emittente intera, con Maniaci in testa, non si è lasciata fermare: Telejato è pronta anche oggi dalle 13.45 in tv e su www.telejato.it a fare informazione chiara e limpida, in una terra dove (a quanto pare) si predilige l’omertà.

 

Annunci

Pubblicato 31 gennaio 2008 da fabiobarbera in Senza categoria

razzismo   2 comments

 

Fotonotizia: atti di razzismo a Castellammare del Golfo

Trovate scritte offensive sugli immigrati romeni alla fermata degli autobus

 

Sono comparse negli scorsi giorni sul territorio castellammarese e, più precisamente, sulle vetrine poste sopra le panchine che ospitano i pendolari che aspettano i bus alla fermata. Stiamo parlando di scritte e murales che inneggiano al razzismo e chiedono agli immigrati provenienti dalla romania di andar via. "Ladri Romeni" e "Via i Romeni", spiccano in un rosso acceso, quasi come a dire che la tolleranza ormai da tempo non è più cosa nostra! Eppure in Italia vivono più di tre milioni di cittadini stranieri, dei quali solo trecento mila sono irregolari, cioè meno del 15% (una percentuale molto più bassa di quella esportata da noi in America). I restanti lavorano, vivono e pagano le tasse in Italia (e in Sicilia) come tutti gli altri. Questo però non basta a far abbassare i toni e negli scorsi giorni quelle scritte sono comparse lì a ricordarci che l’intolleranza è sempre più in agguato.

 

Pubblicato 23 gennaio 2008 da fabiobarbera in Senza categoria

religione e scienza   1 comment

 

Il 12 febbraio è DARWIN DAY

Dopo le numerose polemiche che hanno investito l’università  di Roma La Sapienza, per l’opportunità e la scelta da parte di 64 professori e numerosi studenti di impedire che il Papa Joseph Ratzinger prendesse la parola all’inaugurazione dell’anno accademico, l’Italia si appresta a festeggiare il "Darwin Day". Il 12 febbraio una giornata dedicata all’evoluzionismo e alla scienza per ricordare che, nonostante tutto, siamo ancora un paese laico.

 

Alla fine d’articolo il file audio con l’intervista al presidente dell’UAAR (www.uaar.it)

sulle polemiche che hanno investito la sapienza.

 

Da tempo, il mondo della scienza commemora la nascita di Charles Darwin nella data del 12 febbraio con conferenze, incontri, dibattiti ed eventi vari che celebrano i valori della ricerca scientifica e del pensiero razionale. Nel 2004 il Darwin Day è sbarcato anche nel nostro Paese grazie alle Librerie Feltrinelli che, in collaborazione con l’UAAR, hanno organizzato in tutta Italia diversi incontri con scienziati, docenti e giornalisti scientifici. Così il mese di febbraio si riempie di manifestazioni che permetteranno al pubblico più vasto un approfondimento delle affascinanti teorie evolutive e la conoscenza del grande scienziato Charles Darwin. Il Darwin Day permetterà di raccontare l’affascinante meccanismo della selezione naturale e dell’evoluzione biologica, che hanno prodotto la grande diversità delle forme della vita sul nostro pianeta. La teoria dell’evoluzione costituisce così quel complesso di elementi teorici e sperimentali indispensabile per interpretare l’insieme dei fenomeni della vita, comprese le origini biologiche della specie umana. "Le iniziative legate al Darwin Day nascono dall’esigenza culturale di contrastare la pericolosa deriva creazionista che da tempo sta tentando di prendendo piede in Italia – ci raccontava durante la scorsa edizione un esponente del UAAR ai microfoni di Pandolfo a Colazione –  pertanto diventa necessario mantenere vivo l’interesse su questo dibattito culturale anche attraverso questa particolare giornata che permetterà di produrre un’approfondita riflessione sul progresso del pensiero evoluzionistico e allo stesso tempo la predisposizione di un barriera culturale impostata rigorosamente sul metodo scientifico, da frapporre alle critiche generate da un approccio ideologico o religioso".

Informazioni inerenti alle varie iniziative legate al Darwin Day si trovano sul sito www.uaar.it. Per l’occasione anche la trasmissione Pandolfo a Colazione in onda ogni martedì, mercoledì e giovedì dalle 10.30 e il venerdì, sabato e domenica dalle 22.00 su Radio Alcamo Centrale (101FM) tratterà l’argomento intervistando scienziati, studiosi e ideatori della giornata evento dedicata a Darwin.

 

 

 

 

da PANDOLFO A COLAZIONE 

 

Cliccando sul link in basso potete ascoltare l’intervista al Presidente dell’Unione Atei (UAAR) realizzata l’indomani delle polemiche sul caso Papa e Università La Sapienza.

 

http://download.radioalcamocentrale.it/atei.mp3

 

Pubblicato 21 gennaio 2008 da fabiobarbera in Senza categoria

ambiente: la radio per il risparmio energetico   1 comment

15 febbraio: vigilia dell’anniversario del Protocollo di Kyoto

"M’illumino di Meno"

La giornata del risparmio energetico

 

 

Radio Alcamo Centrale chiama Radio2. L’iniziativa di “Caterpillar” M’illumino di Meno raccontata attraverso le puntate di febbraio di Pandolfo a Colazione.

 

Spegnere le luci, risparmiare energia per vivere meglio. Eh si,  ci risiamo: l’anniversario del protocollo di Kyoto ci fa notare come i consumi crescono in modo frenetico e schizofrenico e urge un’esortazione costante a riorganizzarli, risparmiare energia, sprecare di meno, vivere più in sintonia col pianeta! D’altronde è risaputo: fare ciò corrisponde a spendere meno, vivere in un mondo migliore e stare meglio in un pianeta sano. Non vi piacerebbe? A dare il via, per il quarto anno consecutivo, all’iniziativa “M’illumino di Meno” e alla giornata mondiale del risparmio energetico è la popolare trasmissione di Radio2 Rai “Caterpillar” e all’appello dei due conduttori Massimo Cirri e Filippo Solibello, con l’appoggio di Marco Ardemagni, della Banda Osiris, del Ministero dell’Ambiente e moltissimi altri che hanno aderito, è partito l’invito a spegnere simbolicamente le luci per un giorno nella serata del 15 febbraio a partire dalle 18.00. All’appello abbiamo risposto anche noi di Radio Alcamo Centrale attraverso la trasmissione Pandolfo a Colazione in onda ogni martedì, mercoledì e giovedì dalle 10.30 e ogni venerdì, sabato e domenica dalle 22.00. Difatti, per tutte le puntate di questo febbraio bisestile della nota trasmissione targata RAC e condotta da Antonio Pandolfo e Fabio Barbera daremo spazio, voce e volto, da bravi media partner, alle associazioni, agli ambientalisti, ai tecnici e scienziati, ai media, alle realtà e alle scuole che il 15 febbraio aderiscono a “M’illumino di Meno”, per raccontare il popolo di italiani che dell’ecosostenibile ne hanno fatto, più che una simpatica routine, un vero e proprio stile di vita! E se anche voi volete aderire alle iniziative legate a “M’illumino di Meno” che quest’anno investono anche il territorio alcamese, spegnendo dalle 18.00 alle 19.30 del 15 febbraio anche parte dell’illuminazione pubblica, potete andare sul sito www.pandolfo.radioalcamocentrale.it (e poi cliccate sulla lampadina) o su www.caterueb.rai.it, dove troverete tutte le iniziative, le informazioni e le news legate all’evento.

Pubblicato 16 gennaio 2008 da fabiobarbera in Senza categoria