22 anni di satira e controinformazione: Striscia la Notizia quest’anno è “la voce dell’influenza!”.   Leave a comment

 

 Striscia la Notizia quest’anno compie 22 anni. Antonio Ricci:

“Picasso diceva che ci si mette molto tempo per diventare giovani”.

 

 

(Antonio Ricci)


Quest’anno è la voce dell’influenza e il noto TG satirico compie 22 anni! Ventidue edizioni di comicità, satira, informazione, controinformazione, varietà e inchiesta sembrano volati, ma hanno lasciato il segno. Un segno tangibile, che ha spesso avuto ripercussioni sulla realtà politica, economica e sociale del nostro Paese. Striscia la notizia mostra l’altra faccia della medaglia, non si ferma all’apparenza dei fatti, ma instilla il dubbio nei telespettatori. Il pubblico, sempre più numeroso, partecipa, come una grande redazione allargata, alla denuncia di piccoli e grandi problemi che affliggono il quotidiano.

 

Il programma si insidia così capillarmente nei meandri del tessuto sociale per evidenziare le malefatte dei palazzi del potere politico, economico, sanitario e imprenditoriale, svelando abusi, disservizi, errori, omissioni e taroccamenti dei media. Così racconta la sua Striscia il guru Antonio Ricci dalle righe di striscialanotizia.it.

 

Gli fa eco Marisa Alagia dell’Ansa che scrive, dalla conferenza stampa di apertura della nuova edizione, che Striscia la notizia riparte dopo un’estate da mandare in brodo di giuggiole. La definizione è proprio dell’inventore del Tg satirico, Antonio Ricci. "E’ stata un’estate che ha creato per noi la situazione ideale, esasperata a tal punto che sarà difficile trovare la giusta misura – ha detto Ricci dagli uffici Mediaset di via Paleocapa – noi continueremo a fare informazione alla nostra maniera, tra satira e parodia, dando voce ai problemi della gente".

 

 

Seduto accanto ai due conduttori, Ezio Greggio e Enzo Iacchetti, e alle due Veline, Federica Nargi e Costanza Caracciolo, Ricci ha toccato alcuni dei temi che hanno tenuto banco durante l’estate e in questo inizio di autunno. In particolare il dibattito sulla libertà di stampa. "La mancanza di libertà di stampa la viviamo anche sulla nostra pelle – ha detto -. Ci sono almeno 250 denunce contro di noi, quindi se non lo sappiamo noi…".

 

Ma è stato soprattutto sui temi riguardanti le Veline e l’uso che viene fatto del corpo delle donne che Ricci ha tenuto banco. "Ho sentito addirittura dire che a sdoganare le tette in tv è stato ‘Drive in’ che invece era un programma fatto dal fior fiore dei cervelli satirici della sinistra – ha raccontato – sostenere che Berlusconi è responsabile di tutta la volgarità del mondo è davvero eccessivo, certo ce ne mette del suo, ma non possiamo demonizzare la tv commerciale". A sostegno delle sue tesi, Ricci ha mostrato alcuni fogli di magazine e quotidiani dove, accanto a servizi di approfondimento sul tema femminile, vengono pubblicate foto di donne usate per pubblicità.

 

Poche le anticipazioni (tenute rigorosamente segrete) invece sui temi e i servizi del Tg satirico, a parte la novità di un nuovo appuntamento che da ottobre andrà in onda la domenica sera: una Striscia monografica condotta dagli inviati, promossi per l’occasione a conduttori. Confermata, invece, la squadra di inviati giornalisti molto particolari, da Jimmy Ghione a Valerio Staffelli, da Dario Ballantini a Max Laudadio, da Stefania Petyx col bassotto ad un nuovo personaggio: Eco, Ugo Eco, da non confondersi con Umberto, un intellettuale organico che raccoglie le istanze del popolo, interpretato da diverse persone e poi una rubrica che coinvolgerà di più i cittadini per dare risposte ai problemi dell’Italia.

 

Sempre rispettando quello che è stato il motivo per cui è nata Striscia la notizia: informazione, ma in chiave ironica, ludica, irriverente. Un esempio fornito anche nella conferenza stampa, dove ai giornalisti è stato consegnato un finto dossier sui direttori di molti quotidiani. "E’ solo uno scherzo, ovviamente noi non abbiamo archivi segreti", ha detto Ricci che poi si è lanciato in una parodia di Berlusconi dicendo: "Sono il miglior autore televisivo degli ultimi 150 anni".

 

Rispondendo infine a una domanda riguardante gli ascolti della puntata di "Porta a Porta" con il premier, l’autore ha detto: "Non vedo cosa ci sia da meravigliarsi, sarebbe stato diverso se Berlusconi avesse annunciato di voler parlare delle sue avventure estive".

 

ALCUNI DEGLI INVIATI

 

(Max Laudadio)

  

 (Stefania Petyx)

 

 

(Charlie Gnocchi alias Mister N€uro)

 

(Dario Ballantini alias Valentino)

Annunci

Pubblicato 20 settembre 2009 da fabiobarbera in Senza categoria

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: