Nuove norme anti-pianisti e la lega contro!   Leave a comment

 

la lega si rifiuta di dare le impronte per le norme anti-pianisti

ma le vuole però dagli stranieri! Esempio di coerenza

 

Leggo sul blog del noto giornalista Claudio Sabelli Fioretti (moscalnaso.blogspot.com) una notizia davvero particolare, esempio di mancanza di coerenza come è ormai di moda negli ambienti politici italiani. Il tema della questione è l’annoso caso dei parlamentari pianisti – che votano anche per i colleghi assenti rendendo di fatto falso il voto – e la decisione di arginare il problema avvalendosi di nuovi espedienti. il presidente della Camera Fini ha deciso, infatti, di adottare un sistema elettronico che prevede il controllo delle impronte digitali in modo da rendere più unico e personale il voto vista la difficoltà di renderli tali attraverso la semplice scheda nominativa (facilmente cedibile). “Ma ecco che qualcuno si offende e rifiuta di collaborare dichiarando la propria indisponibilità a mettere a disposizione i propri polpastrelli – scrive l’ex direttore della rivista Cuore Sabelli Fioretti – Chi? Ovvio: i leghisti (primo fra tutti Matteo Brigandì), proprio quei leghisti che vorrebbero prendere le impronte digitali a tutti gli estracomunitari. E una volta volevano perfino le impronte dei piedi”. Che ne dite: è un esempio di coerenza?

(Matteo Brigandì, Lega Nord)

Annunci

Pubblicato 8 marzo 2009 da fabiobarbera in Senza categoria

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: