ma quale sicurezza?   Leave a comment

“Quel pacco del pacchetto sicurezza”

 

 

 

Vogliamo parlarvi di un libro ironico, dissacrante e allo stesso tempo informativo e ricco di notizie d’attualità. Si intitola “Se li conosci li eviti” e l’autore è il noto giornalista Marco Travaglio. Ve lo raccontiamo andando direttamente alla fonte: eh, già! Sono andato alla presentazione del libro di Travaglio presso l’università La Sapienza di Roma; lì l’autore ha parlato di cronaca, politica, attualità, ha smontato il caso Alitalia e l’annoso problema dell’immondizia a Napoli. In questo articolo proprio con Travaglio, analizziamo il pacchetto sicurezza e l’immigrazione!

 

 

 

<<In questa politica ridotta a spot, basta annunciare qualcosa perché diventi automaticamente vero. Senza che nessuno – tantomeno la stampa e la tv – si prenda la briga di andare a controllare se all’annuncio corrisponda la realtà. Prendiamo ad esempio il “pacchetto sicurezza”, tutti discutono sulle nuove norme per l’immigrazione, ma qualcuno le ha lette? Sembra di no. Altrimenti avrebbe già capito che non sono né severe Né fasciste. Sono, semplicemente, inutili. Vi spiego perché! Il “pacchetto sicurezza” era stato annunciato da Berlusconi fra squilli di tromba e rulli di tamburi nel superconsiglio dei ministri a Napoli. E tutti a dibattere della grande novità: l’immigrazione clandestina sarà reato, chiunque verrà trovato in Italia senza permesso di soggiorno sarà immediatamente arrestato, processato e condannato, forse con l’eccezione delle badanti, perché decine di migliaia di italiani non possono mica cambiare il pannolone al nonno e alla nonna, meglio lasciarlo fare alla filippina. E come faremo a contenere tutti gli immigrati irregolari – centinaia di migliaia, forse più di un milione – nelle patrie galere che già non bastano per i reati di oggi? E tutti a schierarsi pro o contro il nuovo reato di clandestinità, a evocare gli esempi stranieri, a discettare sulla giusta o eccessiva durezza del pacchetto sicurezza. Naturalmente senza leggerlo. Perché basta scorrere il disegno di legge per scoprire che il pacchetto è un pacco. Articolo 9: “Lo straniero che fa ingresso nel territorio dello Stato in violazione – della legge sull’immigrazione, ndr – è punito con la reclusione da 6 mesi a 4 anni”. E deve essere obbligatoriamente arrestato e processato per direttissima. All’apparenza, sembrerebbe che la norma valga per chiunque venga sorpreso senza documenti in giro per l’Italia. Ma non è così: vale solo per chi viene beccato mentre entra clandestinamente in Italia, scavalcando una frontiera terrestre o sbarcando via mare sulle coste. Ma se uno viene fermato mentre fa ingresso in Italia, che senso ha arrestarlo e processarlo, intasando i tribunali che già incamerano 3 milioni di nuovi processi all’anno, oltre a quelli arretrati? Se lo prendi lì, alla frontiera, tanto vale respingerlo subito al mittente! Anche perché, se lo si processa, la condanna sarà di qualche mese (salvo provabilissima prescrizione) e non verrà scontata (in Italia si va in carcere solo per pene superiori ai tre anni); alla fine il tizio dovrebbe essere espulso, ma com’è noto le espulsioni non funzionano perché i Paesi di provenienza le rifiutano o perché il tizio da espellere non ha un’identità e una nazionalità certa. Se invece l’immigrato viene sorpreso in Italia senza documenti, per processarlo e condannarlo, in base all’articolo 9 della nuova legge bisognerà dimostrare che è entrato clandestinamente dopo l’entrata in vigore della nuova legge (le norme penali non possono essere retroattive). Lui naturalmente sosterrà di essere arrivato prima, quando entrare in Italia senza permesso non era ancora reato. E sarà assolto, dopo aver fatto perdere tempo alla polizia e alla magistratura, e denaro allo Stato italiano […] Se qualcuno avesse letto il pacchetto sicurezza, avrebbe capito fin da subito che, per la lotta ai clandestini, non è né severo né fascista. E’ semplicemente INUTILE>>.

 

Marco Travaglio

“Se li Conosci Li Eviti”

 

 

 

Annunci

Pubblicato 1 agosto 2008 da fabiobarbera in Senza categoria

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: