attentato a Telejato   4 comments

Telejato: emittente di controinformazione e le ritorsioni mafiose

La mafia brucia la macchina di Pino Maniaci,

ennesimo attentato a chi vuole raccontarci la verità

Succede ancora (in questo accaldato 2008) che la mafia se la prenda con la stampa e cerchi in tutti i modi di imbavagliarla, zittirla, demotivarla e distruggerla. Il noto giornalista Pino Maniaci, responsabile della tv di controinformazione Telejato (www.telejato.it) è stato poco tempo fa oggetto di minacce e aggressione da parte del figlio di un noto boss del partinicese che si trova agli arresti sotto regime di 41bis. Da quell’aggressione ne sono seguite altre: minacce, inseguimenti in macchina, esternazioni anche contro il figlio che di mestiere fa l’operatore fino all’ultima inquietante vicenda accaduta a luglio, la macchina di Pino con il logo di Telejato a fuoco per mano dolosa. Pino comunque non si lascia impaurire ed è rimasto in prima linea, continuando a condurre imperterrito il suo TG anche il giorno dopo aver subìto il pestaggio, anche dopo che gli hanno bruciato la macchina. Al baffuto conduttore gli è piombata in redazione un’ondata di solidarietà: cittadini, associazioni, personalità varie, sindaci, politici, emittenti (tra le quali anche la nostra, Radio Alcamo Centrale e persino mamma Rai e La7), fotografi, preti, giornalisti ma anche istituzioni e forze dell’ordine da tutta Italia si sono riuniti in un unico appello: “Siamo Tutti Pino Maniaci” e da lì hanno deciso di condurre il telegiornale a turno per far vedere che dietro quella telecamera c’è un popolo che dice NO alla mafia e No alla delinquenza! Pino adesso non è più solo nella sua opera di controinformazione, così dalla scrivania più discussa e seguita del territorio siciliano si avvicendano proprio in questi giorni i conduttori per un giorno, tra i quali si sono annoverati anche don Luigi Ciotti, i ragazzi di Addio Pizzo, l’associazione Rita Atria (www.ritaatria.it) e tantissimi altri. Da dopo le ultime vicende adesso Pino Maniaci è sotto scorta, ma con una schiera così ampia e variegata di sostenitori ci penseranno due volte prima di mettergli nuovamente le mani addosso.

l’auto carbonizzata di Pino Maniaci con il logo di Telejato (foto tratta da www.fascioemartello.it e realizzata da Carmelo di Gesaro)

Annunci

Pubblicato 21 luglio 2008 da fabiobarbera in Senza categoria

4 risposte a “attentato a Telejato

Iscriviti ai commenti con RSS .

  1. Vi mostro,in anteprima,per gentile concessione del pittore antimafia partinicese Gaetano Porcasi,alcune tele raffiguranti Pino Maniaci,fatto oggetto di un nuovo attentato intimidatorio a causa della sua informazione,tramite l´emittente televisiva TeleJato,senza veli e senza troppe reticenze.Un´informazione che dà fastidio e per cui Pino si attira troppe invidie,rancori,insulti,pestaggi e macchina bruciata.Così continua l´iniziativa,a sostegno di Pino e della sua redazione,denominata "Siamo Tutti Pino Maniaci",che porta diverse personalità a presenziare,giornalmente,presso la sede dell´emittente,e aiutare Pino nella lettura del suo "esplosivo" telegiornale quotidiano.Un andare contro corrente,una denuncia sistematica e,a tratti aggressiva,delle tante malefatte del territorio del partinicese.Il controllo sulla vita politica locale che ha portato alla non rielezione del sindaco Giordano,alla successiva elezione del sindaco Motisi e,dopo circa due anni,alla sua sfiducia.E,per ultimo,all´elezione del nuovo sindaco Salvo Lo Biundo. Così Pino si attira strali e maledizioni quotidiane,invidie e ogni sorta di ostilità.Comunque vadano le cose,i suoi tanti detrattori devono fare,oggi più che mai,i conti con lui.270 querele non sono bastate a dissuaderlo dalla sua scelta editoriale:la lotta alla mafia e ad ogni forma di illegalità.Le opere li potete vedere su terramia dedicati a tele jato sulla libera informazione

  2. Piena solidarietà e stima nei confronti di Pino Maniaci.

  3. grazie Pino, espressione del coraggio di una sicilia che non vuole soccombere.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: